Marchi come Emoji e WWF da portare a scuola per avere successo

02-04-2018 | in Collectibles Promotions | by Brenda van der Boom

In collaborazione con Lightspeed GMI, un’organizzazione globale di ricerca integrata, Boost ha svolto uno studio sul Brand Licensing in Italia e in Spagna per comprendere a fondo ciò che i ragazzi conoscono, ciò che vogliono e ciò che aspirano a collezionare durante una promozione. A febbraio del 2018, in Spagna e in Italia è stata chiesta a 500 genitori e 500 ragazzi di diversi gruppi di età la loro opinione su alcuni marchi famosi per bambini, come Disney, Barbie ed Emoji.

In generale, molti marchi sono apprezzati e conosciuti, ma la maggior parte di essi è orientato a un genere. Anche il marchio ‘Disney’, il più noto e apprezzato, mostra una differenza di apprezzamento fra bambini e bambine, e anche a seconda del gruppo di età. 

Ma questi marchi hanno successo? Si possono portare a scuola? I bambini preferiscono i marchi più maschili, e le bambine i più femminili. In Italia Emoji e WWF hanno il fattore di successo più elevato (oltre il 75%). In Spagna, Dreamworks ed Emoji sono i due marchi unisex che raccolgono più consenso per entrambi i generi, poiché il 73% dei ragazzi in Spagna afferma che li porterebbe a scuola per mostrarli agli amici. 

Vi è una differenza fra i gruppi di età, poiché avere successo diventa più importante con l'avanzare dell'età, e i ragazzi più grandi normalmente stabiliscono la tendenza in una promozione con prodotti collezionabili. Dalla ricerca è emerso che per i ragazzi di 11-12 anni marchi come WWF e Emoji sono quelli più interessanti e di successo. In Italia è così per tutti i gruppi di età. I genitori non hanno molta influenza sulla buona riuscita di un programma con prodotti collezionabili, salvo quando sono realmente avversi a un certo marchio, come sembra essere ad esempio per Rabbids e Turtles.

In conclusione, i marchi con un vasto gruppo target come Emoji e WWF sono perfetti da portare a scuola. Essi attirano ragazzi e ragazze di diversi gruppi di età. I ragazzi più grandi, in generale, li apprezzano anche più dei più piccoli, e solitamente stabiliscono la tendenza per una promozione di prodotti collezionabili.

Mario Schwegler, CEO Boost Group: “Quando si sceglie una licenza per una promozione con prodotti collezionabili è molto importante considerare non soltanto la consapevolezza di un determinato marchio. Affinché la promozione con prodotti collezionabili abbia successo e per stabilire la tendenza occorre fare in modo che la licenza e il supporto attirino un vasto gruppo target.  Gli studi di ricerca approfonditi ci aiutano a capire meglio ciò che i ragazzi apprezzano e vogliono collezionare, e confermano che le campagne di marketing possono avere grande successo con licenze innovative e talvolta sorprendenti”.

Get the latest updates

Want to receive more articles and insights like these? Sign up and receive our updates

Ready to Boost your sales?

Let's get in touch!

download
Brenda van der Boom

Head of Loyalty Solutions
Collectibles' Promotions

brenda.vanderboom@boostgroup.nl